SENSIBILITA' AL COLLETTO E RECESSIONI

Le recessioni gengivali fanno apparire i denti più lunghi perchè scoprono le radici dei denti, questo può causare oltre che disagio estetico anche  sensibilità dentale ai colletti a causa del fatto che le radici dei denti non sono protette da smalto e facilmente danneggiabili da abrasioni da spazzolino e acidi.


La sensibilità dentale conseguente è un problema ancora irrisolto, la prova sta nel fatto che esistono decine di prodotti diversi per ridurre tale problema,
nonchè sono state proposte varie tecniche di obliterazione dei tubuli dentinali che gli acidi aprono (minerali, lacche, applicazioni laser) tutte però con risultati parziali o temporanei.
Se oltre alla scopertura della radice è presente una abrasione è consigliabile il ricorso ad otturazioni estetiche per ripristinare il tessuto perduto.
Un' ottima soluzione che risolve pure eventuali problemi estetici è la chirurgia plastica delle gengive o chirurgia mucogengivale, con la ricopertura delle
 zone scoperte con gengiva tramite spostamenti o innesti, queste tecniche sono però praticate da percentuali ancora basse di dentisti e di frequente vengono proposte tecniche non chirurgiche come otturazioni, lacche, applicazioni di gel, che però se riescono in alcuni casi a calmare la sensibilità non risolvono il problema estetico.
Ovviamente anche la soluzione più efficace richiede che vengano eliminate le cause favorenti le recessioni, quindi correzione di tecniche di igiene scorretta
Il nostro studio oltre ad applicare le classiche tecniche palliative delle sensibilità effettua anche da anni interventi di ricopertura delle recessioni,
chiedete pure informazioni riguardo tale prestazioni.



SENSIBILITA' DOPO OTTURAZIONI


Un'altro tipo di sensibilità abbastanza frequente è quella dopo otturazioni.
In determinati casi si tratta di otturazioni profonde in prossimità del nervo dove probabilmente la rimozione della carie e la successiva otturazione sono giunte troppo tardi per impedire alle tossine batteriche l'infezione del nervo e  nell'evolversi si giunge alla necessità di devitalizzazione del dente tramite terapia canalare.
In altri casi può essere una sensibilità transitoria e quindi si attendono alcune settimane se il problema persiste si ipotizza un problema di legame del materiale estetico, quest'ultimo è un polimero e come tale si 'incolla' al dente tramite adesivi che possono risentire di particolari condizioni di stress da polimerizzazione, ai dentisti è ben noto questo fenomeno e si cerca di  ovviarvi sia con l'utilizzo della diga di gomma per garantire condizioni ideali all'adesivo, sia rispettando le tempistiche di applicazione delle varie sostanze  e provvedendo ad inserire il materiale con piccoli incrementi in modo che i volumi che si contraggono con la polimerizzazione siano piccoli e con essi gli stress sulle pareti ricoperte di adesivo.
SEZIONE IN COSTRUZIONE

ULTIMA PUBBLICAZIONE CONTENUTI PAGINA: 10 Ottobre 2014

Crea un sito Web gratuito con Yola.