STERILIZZAZIONE E DISINFEZIONE

Gli strumenti in odontoiatria sono distinti in 3 classi: CRITICI - SEMICRITICI - NON CRITICI, ognuno di essi deve secondo le normative sanitarie subire un trattamento di sicurezza (da "Prevenzione delle infezioni in odontoiatria: epatiti e AIDS" tabella 2 pagina 291

CRITICI: oggetti che vanno in contatto con tessuti sterili e mucose lesionate - livello di decontaminazione: STERILIZZAZIONE

SEMI CRITICI: oggetti che vanno in contatto con mucosa integra - livello di decontaminazione: STERILIZZAZIONE O ALTA DISINFEZIONE

NON CRITICI: oggetto che vanno in contatto con cute integra - livello di decontaminazione: DISINFEZIONE A LIVELLO MEDIO-BASSO

Nel nostro studio per maggiore sicurezza delle procedure indipendentemente dalla loro natura vengono TUTTI trattati come strumenti CRITICI. Buona parte degli strumenti non critici e quelli semiciritici debbono però essere riordinati prima del loro utilizzo e quindi disposti in appositi scomparti igienizzati, perdendo quindi il loro status di strumenti sterili ed acquistando quelli di strumenti ad alta disinfezione.

Aspiratori, aghi, beccucci di siringhe per aria-acqua, etc... sono invece monouso e vengono gettati per essere sostituiti ad ogni paziente, di questi solo gli aghi e le lame di bisturi appartengono alla categoria dei CRITICI e sono forniti dall'industria di conseguenza in confezione sterile pronta all'uso.

SIstemi di sterilizzazione o disinfezione con:raggi UV, sterilizzatrice pallini di quarzo, sterilizzatrice microonde, a calore secco chemicalve non vengono utilizzati perchè inferiori alla sterilizzazione tramite calore umido dell'AUTOCLAVE A VAPORE SATURO con la quale trattiamo tutti gli strumenti.

Il ciclo di disinfezione e sanificazione si compone quindi nella maniera illustrata nello schema seguente:


ULTIMA PUBBLICAZIONE CONTENUTI PAGINA: 10 Ottobre 2014

Crea un sito Web gratuito con Yola.