PREMESSA

AVVERTENZA: sia per i nostri casi clinici che per quelli di altri studi persone particolarmente sensibili alla sola visione di gengive e denti potrebbero venire infastidite da alcune immagini.

Come descritto nella pagina PROCEDURE CLINICHE la qualità dei restauri dipende dal rispetto di procedure e passaggi che richiedono impegno e tempo, il medesimo materiale posto in mano a differenti operatori che non impieghino adeguate indicazioni e protocolli può dare risultati anche diametralmente opposti  innescando una spirale di rifacimenti che portano alla perdita del dente con incremento della spesa per poterlo ripristinare.

Cliccando sulle parole sottolineate qui sotto potete rendervi conto personalmente come alla voce 'otturazione estetica' possono corrispondere prestazioni molto variabili in quanto tra gli operatori odontoiatrici il concetto di alta qualità è molto individuale.


otturazione 'estetica'non nostra1           otturazioni 'estetiche' non nostre2                otturazioni 'estetiche'non nostre3                 otturazioni 'estetiche' non nostre4

RESTAURI ESTETICI ESEGUITI SU DENTI ANTERIORI

I restauri estetici in composito sono utilizzati da molti anni per i settori anteriori dove l'estetica è primaria. Per ottenere però reali risultati estetici di perfetto mimetismo sono state sviluppate tecniche dette "di stratificazione anatomica" che prevedono l'uso di strati di colore differenziati procedendo da interno ad esterno cercando di imitare la natura del dente che è composto da tessuti differenti, i restauri realizzati con l'applicazione corretta di questa tecnica garantiscono un mimetismo che sfiora la perfezione anche a distanza ravvicinata. Nel nostro studio abbiamo sempre adottato questa tecnica associata ad un materiale estetico di elevato costo e qualità molto resistente ad abrasione, stabile nel colore e con pigmenti fluorescenti che lo rendono invisibile anche con le luci ultraviolette (es. lampade di Wood delle discoteche), gli altri materiali che ne sono privi in presenza di tali luci risultano come macchie nere nel sorriso.

RESTAURI ESTETICI ESEGUITI SU DENTI POSTERIORI

Nei settori posteriori grazie al costante miglioramento dei polimeri da alcuni anni si è esteso l'utilizzo dei materiali estetici.
Anche in questo settore di importanza estetica non primaria è nostra abitudine utilizzare la tecnica "di stratificazione anatomica" sia per aumentare l'effetto mimetico del materiale sia per riprodurre nei dettagli la morfologia occlusale che in questo settore garantisce una corretta funzione masticatoria. Altra ragione per utilizzare tecniche microincrementali di stratificazione è il contrasto della contrazione dei polimeri, problematica che causa sensibilità post-operatoria usando i materiali estetici compositi.
Anche per i settori posteriori malgrado il suo elevato costo utilizziamo il composito usato per i denti anteriori in quanto risulta essere quello con la maggiore resistenza ad abrasione (Enamel Micerium)

Le immagini dei casi clinici presenti nel sito web sono di proprietà del Dott.Stefano Camoni e ne è vietata la riproduzione in qualsiasi forma

ULTIMA PUBBLICAZIONE CONTENUTI PAGINA: 10 Ottobre 2014

Crea un sito Web gratuito con Yola.